MENU ×

QUAL E’ LO STATO DELLA CORRENTE RICERCA BIOMEDICA VERSO L’OMEOPATIA?

I risultati degli studi che esaminano il trattamento omeopatico nelle normali condizioni di funzionamento hanno riportato miglioramenti clinici rilevanti sui sintomi e la qualità della vita, spesso comparabili con quelli ottenuti sotto i trattamenti convenzionali, ma con minori effetti avversi. In riferimento alle valutazioni economiche, il trattamento omeopatico costa meno.

Gli studi clinici controllati recenti –riferendoci soltanto a lavori con buona metodologia in omeopatia individualizzata con alte potenze- indicano, così come quelli più antichi, che l’omeopatia classica è superiore al placebo, e che i rimedi in alte potenze hanno un effetto specifico. Una definitiva conclusione scientifica non può esser fatta al presente per la natura eterogenea dei dati ed il piccolo numero di studi di buona qualità.

Una revisione delle metanalisi di omeopatia rivela risultati che sono statisticamente significativi paragonati al placebo, e che suggeriscono una efficacia specifica dei rimedi omeopatici. La maggior parte degli studi riportati in tutte le revisioni esistenti, inclusi quelli con buona metodologia, suggeriscono che il trattamento omeopatico è superiore al placebo. Questi risultati sono in parte marcatamente sottolineati dagli autori delle rispettive metanalisi nelle loro (commenti/discussione e nelle) conclusioni. Vengono posti determinati avvertimenti, ad esempio rispetto la qualità degli studi, poiché questi non sempre riflettono gli usuali standard scientifici, oppure essi si riferiscono in realtà esplicitamente alla postulata “implausibilità” dell’efficacia delle medicine di alta potenza.

Vi è un certo numero di studi di ricerca di base di alta qualità che riporta effetti specifici anche nelle alte potenze, inclusi modelli sperimentali replicati indipendentemente. Essi costituiscono iniziali risultati che indicano il modo fisico-chimico e farmaceutico, così come quello biologico, in cui il rimedio omeopatico opera, ma non vi è a riguardo una teoria unitaria pienamente sviluppata.

Un’analisi sintetica dei dati della ricerca clinica offre sufficienti evidenze della effettività del trattamento omeopatico.

I risultati di numerosi studi controllati verso placebo ed esperimenti di ricerca di base suggeriscono, inoltre, che le medicine potentizzate manifestano un’efficacia specifica.

 

Riferimento: Board of the Scientific Society for Homeopathy (WissHom), Kothen (Anhalt), May 2016 (che contiene centinaia di rimandi a lavori pubblicati in riviste indicizzate).



Lascia un commento



I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata.